MINI CORSO DI FOTOGRAFIA FAMILIARE – ARCHIVIARE LE VOSTRE FOTOGRAFIE

Tutti noi, da quando la tecnologia digitale lo ha reso possibile, abbiamo cominciato a fare molte fotografie. Un po’ con le macchinette fotografiche compatte, un po’ con i cellulari che stanno diventando sempre più adatti ad effettuare delle fotografie di una qualità sempre migliore.

Questo, da una parte è un grande vantaggio, non ci sfugge niente:), dall’altra parte però ha tolto alla fotografia il suo valore passato. Quello che percepiamo tenendo tra le mani una fotografia stampata, magari una delle poche nel nostro possesso, di noi da piccoli. Queste foto le custodiamo con cura e guardiamo percependo il loro valore. Valore che spesso, troppo spesso, le fotografie digitali fatte a centinaia ma male, non hanno.

Fatte, non più da appassionati o professionisti, ma da tutti e in ogni situazione, spesso si rivelano davvero scadenti, paradossalmente più brutte di quelle che raffigurano noi da bambini. Questo è un fatto ed è un grande peccato, perchè stiamo togliendo ai nostri figli qualcosa di molto importante, i ricordi dei quali loro probabilmente non avranno nessuna memoria. Centinaia e migliaia fotografie accantonate sui cd e spesso prive di qualsiasi significato non li incoraggieranno a vederle per conoscere e/o rivivere i primi anni della loro vita con noi…

Tutto questo li priverà di emozioni uniche, quelle che proviamo noi vedendo le vecchie foto che ci fanno vedere il nostro papà giovane e orgoglioso che ci tiene sulle ginocchia o la nostra mamma bella e sorridente con un fagottino tra le mani che, “incredibilmente”, siamo stati noi.

Il “troppo e male” può sommergere quello che è davvero importante e bello.

Per questo vorrei, nel mio piccolo, darvi alcuni suggerimenti che vi consentiranno a immortalare la vostra vita familiare in una maniera più ordinata ed efficiente.

Come avrete intuito dalla premessa, quello che conta davvero, è la qualità delle foto che fate, non la quantità (saranno comunque troppe:)).

La prima regola delle fotografie familiari è quella di FARE POCHE FOTOGRAFIE.

Poche, ma fatte e pensate bene.

E per fatte bene non intendo bellezza e qualità che può ottenere un professionista, ognuno ha il suo lavoro e certamente non possiamo saper fare tutto da soli. Però possiamo sfruttare i vantaggi che ci offre la tecnologia a nostro favore ottenendo un risultato migliore di quello attuale, e in questo vorrei aiutarvi.

La cosa che è indispensabile fare e conoscere bene il nostro mezzo per poterlo sfruttare al meglio. In questo ci aiutano i LIBRETTI DI ISTRUZIONE, fatti per essere letti:).

Qualsiasi mezzo state usando per fare le vostre foto, un cellulare, una macchinetta compatta o una reflex, assicuratevi di conoscerlo bene.

Successivamente vi basterà conoscere alcune regole davvero facili da comprendere per ottenere un risultato davvero carino.

La prima regola è quella di archiviare bene le fotografie, e di sceglierle con cura. Vi suggerisco di scaricarle dalla memoria al pc almeno una volta al mese in una cartellina chiamata con il nome del mese. Le cartelline di 12 mesi inseritele dentro una cartella chiamata con il nome dell’anno. Così vi ritroverete la cartella 2010 con dentro cartelle Gennaio, Febbraio etc. Ogni vostra che scaricate le fotografie scartate senza pietà tutte quelle sfocate, scurissime, mosse etc, in poche parole quelle irrecuperabili. Comunque quello che vi rimarrà sarà TROPPO:). Successivamente sforzatevi a scegliere le foto più belle di ogni situazione e cancellare quelle riuscite meno. Se vi rimarranno 10 fotografie al mese saranno già tante, credetemi! In un album finale, quello con le stampe, 120 fotografie sono in grado di addormentare chiunque:), soprattutto se fatte male. Quindi adoperativi a farle anche belle:)

Qui concludo, per oggi basta:)Nel prossimo mini articolino le prime indicazioni su come farle bene, le vostre foto!

  • ester russo

    articolo interessantissimo….mi rendo conto che sul serio avere tante foto sminuisce l’emozione che si può provare rivedendo alcuni momenti speciali della vita….
    utilissimo il suggerimento su come archiviare le foto, a volte ci metto ore x trovare una foto che mi interessa!!
    grazie…sono sicura che grazie ai tuoi consigli riusciremo a fare foto di qualità pur essendo “dilettanti”! :)

  • Serena Giusti

    Ciao Martyna, sono solo tre settimane che ti seguo e davvero vorrei abitare a roma solo per poterti vedere all’opera o per avere uno dei tuoi servizi. Abitando in toscana questo non può succedere, ma grazie a questo mini-corso, d’ora in poi (FORSE) riuscirò a fare foto decenti… con la mia nuovissima reflex… intanto mi son letta il libretto delle istruzioni (e non è poco!! :) ) adesso aspetto con ansia il prossimo articolo… e intanto applico il motto “poche ma buone” grazie ancora e continua così!! :)

  • Melissa Perni

    hey, Marty… grazie 😀
    attendo con ansia il prossimo articolino con i consigli 😉
    comunque, da quando è nata la mia Luna, archivio nel modo che hai descritto tu le sue foto (CHE SONO DAVVERO, DAVVERO TROPPE!!!)

  • Fernanda

    Consigli molto interessanti, io mi reputo già abbastanza selettiva… ma non so perchè ho sempre in giro un sacco di foto! Seguirò con piacere i tuoi prossimi consigli, anche se non ho bimbi da fotografare, credo che possano sempre tornare utili.

  • Grazie ragazze!! :) Pubblicate questo articolo su facebook, ci manca un po’ di fan interessati e arriva il secondo :)

  • Quanto hai ragione! Cercherò di seguire i tuoi consigli…sono davvero contenta di averti “conosciuta” e non vedo l’ora di conoscerti davvero! ^^

La tua e-mail non compare mai pubblicamente. *

*

*

*

L~ F~: